ACETO BALSAMICO LEONARDI
BRANCHI PROSCIUTTI - PROSCIUTTI AFFUMICATI - PROSCIUTTI COTTI - FELINO (PR)
DE CARLO MAESTRI OLEARI - BITRITTO (BA) - TASTE
GRAN DEPOSITO ACETO BALSAMICO GIUSEPPE GIUSTI - MODENA
NEGRINI SALUMI - RENAZZO - FE
Pastificio Chelucci Pasta - Piteccio - Pistoia - TASTE
ACETAIA LA BONISSIMA - Casinalbo di Formigine - Modena - MO - TASTE
.

Alla Stazione Leopolda di Firenze, Pitti Immagine presenta TASTE. IN VIAGGIO CON LE DIVERSITÀ DEL GUSTO, il salone-evento dedicato alle eccellenze del Gusto, del food lifestyle e del design della tavola, nato dalla collaborazione con il Gastronauta Davide Paolini. Taste si è affermato come il salotto italiano del mangiare e del bere di qualità, il luogo dove - tra cibi, vini, oggetti e idee - si danno appuntamento i migliori operatori internazionali dell'alta gastronomia, ma anche il sempre più vasto e appassionato pubblico dei foodies, alla continua ricerca di prodotti, input e nuove passioni golose da coltivare. E oltre alle novità e agli eventi alla Stazione Leopolda, torna anche il ricco calendario di FuoriDiTaste, il programma di appuntamenti enogastronomici che si svolgono in città: per una settimana all’anno il gusto invade Firenze, e Firenze diventa un tutt’uno con Taste. A questa edizione saranno 300 le aziende partecipanti (in crescita rispetto alle 283 dell’ultima edizione, e circa 55 nuovi espositori), selezionate tra le produzioni di nicchia e d’eccellenza provenienti da quasi tutte le regioni d’Italia, che proporranno i loro prodotti e le novità negli spazi della Stazione Leopolda e nell’area Alcatraz, con uno speciale set di allestimento curato dall'architetto Alessandro Moradei. “Taste è sempre di più l’appuntamento di riferimento per gli operatori dell’alta gastronomia e della ristorazione, e per il pubblico di appassionati di cibo di qualità – afferma Agostino Poletto, vice-direttore generale di Pitti Immagine – un viaggio nei sensi e nelle idee, alla scoperta dei tanti modi in cui oggi si esprime e si sperimenta il gusto. Se nelle passate edizioni abbiamo omaggiato i protagonisti del gusto, e a seguire i luoghi in cui il cibo va in scena, questa volta Pitti Taste lancia il tema della Fabbrica del Gusto, e lo fa grazie alla creatività di Gianluca Biscalchin, uno dei più originali illustratori enogastronomici del momento: per celebrare il lavoro, l’esperienza e la maestria della pratica quotidiana degli artigiani alimentari, tra tradizione e innovazione. Perché Taste a ogni edizione è palcoscenico per le nuove idee, le tendenze più fresche di oggi, quelle che faranno discutere e diventeranno gli stili di vita di domani. Perché Taste presenta non solo “il meglio del meglio” del cibo italiano di qualità, ma ne esalta il suo grande valore nel sistema culturale: perché il cibo è una cosa seria, ma al tempo stesso è fatto di idee, spettacolo e divertimento”. Ecco il menu a tappe proposto da Taste:

- Taste Tour è il percorso di degustazione dei prodotti presentati dalle 300 aziende partecipanti, per conoscere e approfondire le ricchezze gastronomiche del nostro paese; un viaggio ricco di scoperte, tradizioni e novità: dalla tartare di trota affinata al miele alle paste lavorate a mano dai più importanti pastifici italiani, alla giardiniera di verdure, dalla crema di parmigiano al tartufo, al pecorino affinato con bucce di uve passite, dal sugo baccalà e zafferano e al fegato di pescatrice, fino alla composta allo strudel e al panettone con pistacchi di Sicilia e cioccolato bianco, passando per la confettura di peperoncino e il succo di melacotogna… e tanti altri!

- Taste Tools, ovvero l’area dedicata agli oggetti di food & kitchen design, a tutti gli strumenti dello chef ma anche a quelli di chi ama stare tra i fornelli: capi di abbigliamento, attrezzature tecniche e professionali per la cucina;

- Taste Shop è il negozio dei cibi esclusivi - con oltre 1.700 prodotti in catalogo e con più di 25.000 pezzi venduti alla scorsa edizione - dove acquistare i prodotti esposti e degustati durante il percorso;

- Taste Ring & Taste Events, l’arena cultural-gastronomica orchestrata da Davide Paolini, il Gastronauta, il luogo dei dibattiti e delle idee in cui i protagonisti del mondo del cibo si sfidano sui temi più curiosi legati alla tavola contemporanea, al cibo e al gusto, interpretando l’attualità e anticipando le tendenze future; in più, un ricco programma di eventi – mostre, presentazioni di libri, gare di cucina - organizzati da Pitti Immagine e dagli espositori, che accendono i riflettori sui protagonisti del mondo del gusto.

All’ultima edizione 2013, Pitti Taste ha fatto registrare in tre giorni un’affluenza complessiva di oltre 13.500 presenze, dei quali 3.500 sono stati i buyer e gli operatori professionali del settore (+6% rispetto all’anno precedente, +38% nelle presenze dei buyer esteri arrivati da oltre 40 Paesi), raccogliendo grande attenzione da parte di stampa e televisioni nazionali e internazionali, così come grande successo di pubblico hanno avuto i tanti eventi organizzati in città nel cartellone del FuoriDiTaste, il calendario off che accende i luoghi di Firenze con iniziative e appuntamenti firmati Taste.

visita il sito >>

scarica il programma completo >>>


Dopo il successo dello scorso anno, dove un pubblico numerosissimo ha partecipato ai 100 eventi del Fuori di Taste, torna il programma off del salone che ha animato la città e i suoi luoghi più caldi, con cene e degustazioni a tema, spettacoli e performance creative, eventi e modi nuovi di presentare il cibo di qualità e di discutere di idee attorno al gusto.Volete partecipare a Fuori di Taste 2014 con una vostra iniziativa, una degustazione dei vostri prodotti, una collaborazione con ristoranti, boutique e locali in città? Avete tempo per proporvi e aderire al calendario Fuori di taste fino a mercoledì 5 febbraio. Fuori di Taste è il programma off di Taste, la rassegna di Pitti Immagine giunta alla sua nona edizione e divenuta appuntamento di riferimento in Italia e a livello internazionale per la cultura del cibo di qualità. Vero e proprio evento nell’evento, Fuori di Taste si svolge in parallelo al salone e, a ogni stagione, riesce ad animare Firenze e i suoi luoghi più celebri con cene, degustazioni a tema, installazioni, spettacoli e performance creative, dibattiti e tanti altri nuovi modi conviviali di interpretare il food e il gusto. Un ricco calendario – erano ben oltre cento gli appuntamenti alla passata edizione – che raccoglie, con crescente successo, un numero sempre maggiore di iniziative: vere e proprie esperienze per fare vivere agli spettatori le mille e più interconnessioni tra cibo, arte, design e moda.

Per qualsiasi informazione sull'iniziativa e sui costi per l'adesione, potete contattare:
Sybille Bollmann: sybille.bollmann@pittimmagine.com
Vanina Viani: vanina.viani@pittimmagine.com

Sul sito www.fuoriditaste.it e su www.pittimmagine.com nella pagina dedicata a Taste, potete trovare maggiori informazioni e consultare il calendario e la gallery di immagini delle scorse edizioni.

N.B. L’inserimento di una iniziativa nel calendario di FUORI DI TASTE verrà valutato dalla Direzione della manifestazione e sarà regolato da un apposito contratto, segno del reciproco impegno alla realizzazione di eventi di qualità.

RESOCONTO EDIZIONE PRECEDENTE:
TASTE RING, TUTTI PAZZI PER IL CAKE DESIGN


Il successo dell'arte di costruire e decorare torte, muffins, cupcakes, inventata dalle pittoresche trasmissioni televisive americane (a cominciare dal boss delle torte di Real Time, Buddy Valastro), sta conquistando il mercato italiano. Sono sorti laboratori, corsi, festival, associazioni e sono stati scritti diversi libri. Ma cos'è il cake design? E’ solo una questione estetica oppure anche di gusto? Gli ingredienti utilizzati per abbellire e “scolpire” le torte servono solo per apparenza oppure danno anche sapore? In sostanza questi dolci sono solo belli o anche buoni? Sentiremo cosa hanno da dire a riguardo esperti pasticceri e cake designers al Gastronauta Davide Paolini.
Interverrano:
Roberto Rinaldini, Pasticceria Rinaldini di Rimini
Francesca Molon, Rappresentante Piemonte dell'Associazione Italiana Cake Designers
Livia Chiriotti, Direttore "Pasticceria Internazionale" di Chiriotti Editori
Masha Innocenti, Sugar & Spice American Bakery di Firenze.

TASTE RING: A VOLTE TORNANO: GLI ANNI 50... IN CUCINA
Il tempo della cucina spettacolo e dello star system che ci gira intorno sembra finito. Pare che in cucina sia di moda un nuovo o meglio vecchio trend: ritorno alla semplicità primordiale in cui il prodotto e la tradizione sono al centro di tutto. Gli anni 50, quelli del secondo dopoguerra, sono il punto di riferimento. A dirlo uno chef che forse non ci si aspetta, perché tra i più conosciuti in televisione: Gianfranco Vissani. Recentemente ha ammesso di aver esagerato con l’esposizione mediatica e che per lui, almeno, è ora di fare retromarcia verso le basi della cucina italiana. Perciò ha deciso di pubblicare un’opera in tre volumi, “L’altro Vissani”, con ricette d’altri tempi. Si tratta però di un vero ritorno alle origini oppure la cucina contemporanea è diversa sia da quella di mezzo secolo fa sia da quella che è stata nel passato recente? Il Gastronauta Davide Paolini lo chiederà al diretto interessato, in un confronto senza esclusioni di domande.
Sarà presente: Gianfranco Vissani, Chef e Patron del Ristorante Vissani di Baschi (Terni).

TASTE RING: SI FA PRESTO A DIRE PIZZA
Un tempo la pizza era solo margherita o alla napoletana o, con qualche concessione all’estro, capricciosa o al prosciutto. Ora in molti locali è diventata una sorpresa: da tonda è diventata quadra o allungata; gli ingredienti impiegati nella preparazione e i gusti non sono più gli stessi a cui siamo stati sempre abituati. Purtroppo questo galoppare di fantasia e creatività non sempre è affiancato da altrettanta cura nei confronti della materia prima e delle tecniche di lavorazione, tanto che la pizza risulta spesso gommosa o eccessivamente friabile e, cosa ancora più insopportabile, difficile da digerire. Al di là delle varie distinzioni di scuole (romana, napoletana, tradizionalista, innovatrice…) e di processi di lievitazione, quello che forse conta è la qualità finale del prodotto e la serietà professionale di chi lo realizza. A spiegarci come si fa la vera pizza, quella buona, i migliori pizzaioli d’Italia a dibattito col Gastronauta Davide Paolini.
Saranno presenti:
Simone Padoan, I Tigli di San Bonifacio (VR)
Renato Bosco, Saporè di San Martino Buon Albergo (VR)
Beniamino Bilali, Maestro Pizzaiolo
Paolo Pannacci, Lo Spela di Greve in Chianti (FI)
Massimo Giovannini, Apogeo di Pietrasanta (LU)
Graziano Monogrammi, La Divina Pizza di Firenze.

I CENTO DI FIRENZE
La ristorazione toscana di qualità fra TOP e POP
Il giorno successivo alla Stazione Leopolda di Firenze saranno assegnati i premi assoluti Platinum, Gold, Silver, Bronze ed i sei premi di categoria.
Intervengono: Marco Stabile (Ora d'aria), Luca Cai (Il Magazzino), Andrea Gori (Da Burde), Stefano Cavallito, critico gastronomico e curatore della guida I cento di Firenze
Elisia Menduni e Sabino Berardino, autori della guida I Cento di Firenze.
Nella città dove i turisti scendono dai treni e si riversano per le strade, a volte affamati solo di tipicità da due soldi, a volte affamati e basta, la ristorazione è alternativamente un bon affare e una missione, perché ogni muro di Firenze ha un buco con qualche piccolo tavolo, un fiasco di vino e la "real bistecca". Ma un filo rosso, uno spaghetto al sugo, lega l'alta gastronomia alla cucina popolare, le diavolerie della tecnica al cibo di strada: è la passione (e la fatica) dei ristoratori che hanno scelta la strada della qualità. Tre fra i più conosciuti chef di Firenze si confrontano sulla cucina toscana di qualità, incrociando alta cucina e mangiare popolare nel segno di una storia gastronomica tra le più floride e importanti d'Italia. A guidarli, gli autori e i curatori della nuova guida ai Cento migliori ristoranti di Firenze (EDT) che sono riusciti nell'arduo intento di selezionare il meglio della cucina toscana TOP e POP.
E' arrivato il momento di conoscere I Cento!

FOOD SHOPPING GUIDE
La guida sui luoghi del gusto a Firenze
King of Catering è realizzato con il supporto di aziende leader del made in Italy come Bisol (title sponsor), Ferrarelle, Cantine Cecchi, Venchi ed è in collaborazione con Pitti Immagine, Mondadori e Four Seasons.
Gianfranco Iervolino, Lucignolo La Bella Vita di Boscotrecase (NA)
Luigi Acciaio, Maestro Pizzaiolo
Giancarlo Casa, La Gatta mangiona di Roma
Piero Gabrieli,Molino Quaglia
La casa editrice Gruppo Editoriale lancia in collaborazione con Taste la “Food shopping Guide”, terzo tassello della collana di successo “Firenze su misura”, dopo l’artigianato e la moda. Una guida dedicata ai luoghi del gusto a Firenze: 100 punti vendita top della città, tra gastronomie, street food, macellerie, forni, pasticcerie, gelaterie, enoteche e mercati alimentari, disegnano le vie segrete della food culture fiorentina.

La manifestazione è aperta agli operatori del settore e al pubblico generico.

Niente più code all'ingresso, con il nuovo servizio di ticket prepagato per operatori del settore. Acquistando online il biglietto per Taste sarà possibile ritirarlo direttamento all'ingresso del salone presso una serie di casse riservate.

E' vietato l'ingresso:
Ai passeggini e alle carrozzine per bambini, che potranno essere lasciate all'ingresso della Stazione Leopolda.

MODALITA' DI ACQUISTO BIGLIETTI

- ONLINE

- TELEFONO
Acquista con carta di credito telefonando a:
Ufficio Visitatori 055 3693223/425/222/238

Anche quest'anno Pitti Immagine ha deciso di riservare agli operatori del settore di Taste una fascia oraria interamente dedicata:

CLICCA QUI PER ACQUISTARE I BIGLIETTI

RESOCONTO DELLA SCORSA EDIZIONE:
L’ESTERO +38% e presenze e oltre 40 paesi presenti.

Oltre 13.500 visitatori per i tre giorni del gusto alla Stazione Leopolda di Firenze. La scorsa edizione di Taste si è chiusa mettendo a segno risultati importanti sia in termini di numeri sia di qualità. Ancora una volta, il salone organizzato da Pitti Immagine - nato da un'idea del Gastronauta Davide Paolini – ha trasformato Firenze per quasi una settimana nella capitale italiana delle eccellenze del gusto e dei cultori della buona tavola. Il dato più significativo viene dalle presenze dei compratori e degli operatori del settore: in tre giorni sono stati 3.500 i buyer registrati al salone, in aumento del 6% rispetto a un anno fa, e in crescita ancora maggiore se si considera il totale delle ragioni sociali intervenute (+14%). E sono stati compratori arrivati da tutto il mondo (+38% nelle presenze dei buyer esteri), da oltre 40 paesi a coprire un po’ tutte le aree e i mercati internazionali: dai principali mercati europei, da Stati Uniti, dal Far East asiatico (Giappone, Cina, Taiwan, Hong Kong), da Israele, Emirati Arabi e Libano, Turchia, Messico, Perù, Australia, ecc… Le performance migliori le hanno fatte registrare i compratori da Stati Uniti, Giappone e dai paesi del Nord-Europea. Complessivamente l’affluenza totale è stata di oltre 13.500 visitatori. “Taste ha dimostrato ancora una volta di essere la manifestazione di riferimento per i professionisti dell'enogastronomia di qualità – afferma Agostino Poletto, vice-direttore generale di Pitti Immagine – le oltre 280 aziende di questa edizione hanno incontrato compratori di altissimo livello, alcuni nomi top se si considerano i rappresentanti di department store del calibro di Harrods di Londra, Eataly a New York, e dei giapponesi Isetan e Takashimaya, ma anche tanti altri operatori dei più importanti negozi di enogastronomia di nicchia, sia italiani sia delle capitali internazionali. Anche il pubblico di foodies e appassionati del buon mangiare è stato numeroso e di grande livello, così come molto seguiti sono stati gli eventi e i Ring alla Leopolda, orchestrati dal Gastronauta, con protagonisti nomi di punta dell’enogastronomia italiana, chef stellati, e food opinion maker. Una nota anche sul ricco programma di oltre 120 eventi targati FuoriDiTaste, che ha avuto l’ennesimo record di partecipazioni in città, e ha proposto appuntamenti originali e modalità sempre più coinvolgenti per il pubblico”. Grande attenzione c’è stata anche per una delle novità assolute di questa edizione, l’area speciale dedicata a tre eccellenze nelle produzioni di nicchia dalla Spagna, che ha avviato un modello di presentazioni internazionali che si estenderà ad altri paesi nelle prossime edizioni. Last but not least, il record di vendite del Taste Shop, che in tre giorni ha totalizzato quasi 22.000 prodotti venduti. A Taste sono stati proclamati anche i vincitori della terza edizione di “King of Catering”, l’unico premio internazionale dedicato alle società di catering e banqueting: quest'anno il massimo riconoscimento del concorso - il “King of Catering Platinum Plus / Ferrarelle” - è andato a La Fenice Catering di Faenza. (Per vedere tutti i premiati: www.kingofcatering.it).

LA FABBRICA DEL GUSTO

I cibi d’eccellenza non nascono per caso: c’è dietro tanta esperienza, tanto lavoro, tanta attenzione. Gli artigiani alimentari presenti a Taste sono eroi della bontà che, giorno dopo giorno, si ingegnano a creare i loro piccoli grandi capolavori. La Fabbrica del Gusto è un omaggio a questi capolavori che ci regalano momenti di pura gioia: gioia gastronomica. La Fabbrica del Gusto è il tema-guida di Pitti Taste 9, che ha ispirato il progetto grafico di Gianluca Biscalchin - giornalista gastronomico di lunga esperienza e oggi uno dei più talentuosi illustratori di cibo della scena editoriale italiana - e quello dell’allestimento curato dall’architetto Alessandro Moradei.

.

MAPPA INTERATTIVA

In tram linea 1
Dalla stazione di Santa Maria Novella fermata lato via Alamanni in 5 minuti alla fermata Stazione Leopolda.

In aereo
Aeroporto Amerigo Vespucci di Firenze. La Stazione Leopolda è raggiungibile in taxi in 15-20 minuti.

In auto
Autostrada A11 Firenze-Mare: uscita Firenze Nord.
Autostrada A1, sia da Milano/Bologna che da Napoli/Roma: uscita consigliata Firenze Nord.

In treno
La stazione ferroviaria di Santa Maria Novella dista circa 1 km dalla sede espositiva: solo 5 minuti in tram (linea 1).


Speciale Convenzione con Trenitalia

Come prenotare
Per ottenere lo sconto dovrete chiamare i seguenti numeri dell’Ufficio Gruppi Trenitalia ai seguenti orari (9-13;14-16 dal lunedì al venerdì solo giorni feriali):

Ufficio Gruppi Firenze
Tel.: 050.42505 Fax: 050.502184
ufficiogruppi.fi@trenitalia.it
Ufficio Gruppi Bologna
Tel: 051.2583091; 051.2582705 Fax: 0512583135
ufficiogruppi.bo@trenitalia.it

comunicando i seguenti dati:

RAGIONE SOCIALE
CODICE DITTA

Regolamento*

Tariffa:
- sconto applicabile sulla tariffa base
- lo sconto non è cumulabile con altri concomitanti prezzi promozionali eventualmente offerti da Trenitalia sugli stessi prodotti e per le medesime relazioni.
- i biglietti ferroviari emessi sono nominativi e non rimborsabili. Non potranno inoltre essere cambiati con biglietti per altre destinazioni, altre categorie di treno o altre date di viaggio.

Modalità di acquisto: solo con carta di credito
* riduzione del 30% calcolata sulla tariffa base adulti per la 1° cl o Business e del 10% calcolata sulla tariffa base adulti per la 2° cl. o Premium o Standard per biglietti ferroviari di 1^ e 2^ classe o Business, Premium e Standard - con esclusione dell’Executive e Excelsior - in modalità ticketless per i treni della Divisione Passeggeri N/I in servizio interno aventi destinazione/origine da Firenze.

Pitti Immagine mette a disposizione degli espositori, per le sole autovetture, un parcheggio interrato gratuito della Fortezza da Basso Potrete ritirare il vostro buono parcheggio direttamente alla Stazione Leopolda quando arriverete ad allestire il vostro spazio, venerdì 7 marzo. Il buono andrà convertito in ticket parcheggio -valido nei giorni della manifestazione- quando arriverete al parcheggio della Fortezza da Basso, presentando il buono al nostro personale incaricato. Per il parcheggio di eventuali furgoni che non possono sostare nel parcheggio interrato, vi saranno date indicazioni specifiche direttamente al parcheggio dal nostro personale incaricato della gestione dell’area. Si fa presente che il parcheggio non è custodito ed è espressamente esclusa la responsabilità di Pitti Immagine per eventuali furti e danneggiamenti ai veicoli ivi parcheggiati o agli oggetti in essi contenuti.

Parcheggio visitatori
Parcheggi a pagamento a piazza Vittorio Veneto (all'aperto) e alla Stazione Leopolda, Fortezza da Basso, piazza Stazione (al chiuso).

Guardaroba e deposito bagagli
All’interno del quartiere fieristico sono a disposizione gratuitamente degli espositori e dei visitatori guardaroba e deposito bagagli.

.


Il miglior catering italiano si sfida a Taste nel nome del gusto.

Taste va “a nozze” con King of Catering, la seconda edizione dell’unico premio internazionale - promosso da Mondadori e sostenuto da Bisol, storica azienda produttrice del Prosecco e del Cartizze in Valdobbiadene - nato per valorizzare le migliori realtà di catering e banqueting italiane che attraverso la loro professionalità e qualità stanno guadagnando un ampio segmento del settore enogastronomico del nostro paese (ad oggi in Italia, da un’analisi della Camera di Commercio, le società di catering sono oltre duemila, con un aumento del 36% circa negli ultimi 10 anni, concentrate maggiormente nel Lazio, in Lombardia, in Campania e in Toscana). Fil rouge di questa seconda edizione sarà il tema del “Ricevimento di nozze” sul quale si misureranno i finalisti. La sfida avrà luogo al Four Seasons Hotel di Firenze, venerdì 9 Marzo, e sarà giudicata dai critici enogastronomici Davide Paolini e Leonardo Romanelli, dal sommelier Luca Gardini e dagli chef stellati Vito Mollica, (ristorante Il Palagio di Firenze), Riccardo Monco (Enoteca Pinchiorri) e Paola Budel di (Venissa), con la partecipazione di Raffaello Napoleone (a.d. di Pitti Immagine), Angelo Sajeva (Mondadori Pubblicità), Gianluca Bisol, Michele Pontecorvo (Ferrarelle), Gian Giacomo Vercesi (Nespresso) e Andrea Cecchi dell’omonima cantina. Il giorno successivo alle ore 14.00, sul palco dei TASTE Ring, nello Spazio Alcatraz della Stazione Leopolda, saranno presentati i vincitori ai quali verranno assegnati i quattro premi assoluti in palio King of Catering Platinum, Gold, Silver e Bronze e i sei premi di categoria. A sostegno del concorso anche Cecchi, con il premio “COEVO King of Tradition and Innovation”, Ferrarelle con l’esclusiva bottiglia Platinum e Nespresso con i 6 Cru.
.
CASA BARONE - MASSA DI SOMMA - NA
PLOSE - ACQUA MINERALE NATURALE - BRESSANONE - BRIXEN (BZ) - TASTE
BONFATTI SALUMI - NEGRINI SALUMI -  TASTE 2012 - RENAZZO (FE)