Alviano
Assaggi di Olio, di Musica e di Teatro Grandi Mangiate, grandi Dormite, grandi incontri nelle Piazze e nei Frantoi. Da leccarsi le dita, non spremete le meningi. Spremete le olive. C’è “Frantoi Aperti”.

Torna in Umbria “Frantoi Aperti”, evento che offrirà suggestivi weekend da non perdere per ritrovare il “gusto” della scoperta di un prodotto unico. Saranno molte le iniziative che si snoderanno in Umbria lungo la Strada dell’Olio Dop durante la lunga edizione di “Frantoi Aperti” dedicata all’olio extravergine di oliva Dop Umbria ed organizzate nei comuni e nei frantoi aderenti anche con spettacoli e attività culturali collaterali.

L'OLIO EXTRAVERGINE DI OLIVA DOP UMBRIA

Tra il verde delle colline umbre, spicca l'ulivo, una pianta questa che per diversi aspetti rappresenta bene la nostra regione. Infatti l'ulivo, simbolo di pace , richiama i grandi valori religiosi, così importanti per una terra che non soltanto per la sua conformazione orografica è stata chiamata la 'terra santa d'Italia'. L'ulivo, pianta altamente longeva e di lenta crescita, può ben rappresentare la capacità propria di questa regione di custodire amorevolmente tradizioni secolari, tramandate di generazione in generazione e il saporito olio extra vergine umbro, rappresenta al meglio la gastronomia regionale, fatta di cose semplici e schiette, di cibi genuini e sapidi. Gli ulivi coltivati in Umbria godono, più o meno tutti, di particolari condizioni climatiche che consentono una maturazione del frutto molto lenta, tale da provocare un tasso di acidità estremamente contenuto.

Particolare importanza è attribuita ai terreni posti in collina, per lo più in fasce pedemontane: terreni ricchi di struttura, permeabilissimi, che lasciano penetrare agevolmente le radici della pianta. A questi dati pedoclimatici si deve aggiungere il contributo apportato dall'uomo. In primo luogo la raccolta delle olive: non si attende più che l'oliva pervenga al termine della maturazione naturale, si è fatta generale la raccomandazione di raccoglierla quando giunge all'inizio della maturazione, cioè quando risulta semi invaiata e presenta sia il massimo del fruttato che il minimo di acidità. Di solito questo stato si ottiene nei primi giorni del mese di novembre. Si è invece conservata la tradizionalissima 'brucatura', ossia la raccolta manuale, anche se sono in atto sperimentazioni per la raccolta meccanica, ma con procedure atte ad evitare danni alle olive. Non appena raccolte, le olive non rimangono in attesa che sia completato il raccolto, ma vengono subito inoltrate al frantoio, per essere lavorate nel massimo della loro freschezza ed integrità. In Umbria, la felice disposizione dell'oliveto (per il 90 per cento nelle fasce collinari e per il restante 10 per cento in quelle montane) combinata con le condizioni del terreno e del clima, fanno sì che circa il 90 per cento dell'intera produzione, mediamente 80 mila quintali all'anno, sia extra vergine.

TUTTI IN UMBRIA PER I WEEKEND DEDICATI ALL’OLIO EXTRAVERGINE DI OLIVA, AI PRODOTTI AGROALIMENTARI DI QUALITA’, NEI BORGHI MEDIEVALI DELL’ UMBRIA, CON FRANTOI APERTI. DEGUSTAZIONI, TRADIZIONI, SPETTACOLO, CULTURA IN UNA DELLE REGIONI PIU’ BELLE D’ITALIA.

Anche quest’anno in Umbria torna Frantoi Aperti, l’iniziativa dedicata alla valorizzazione dell’Olio extravergine di oliva DOP Umbria e del turismo in campagna, ideata e realizzata dall’Associazione Strada dell’Olio con la collaborazione del Consorzio di Tutela Dop Umbria, Città dell’ Olio ed al sostegno della Comunità Montana Monti Martani Serano e Subaso.

Il via per la nuova edizione, che coinvolgerà veri intenditori del buon vivere e del buon mangiare. Tanti i Borghi Medievali dell’Umbria, le loro piazze, i loro palazzi, i teatri, gli uliveti, i frantoi, le aziende agricole, gli agriturismi, le trattorie ancora una volta le attrattive di questo evento che ha come indiscusso protagonista l’Olio extravergine di Oliva Dop Umbria delle 5 prestigiose zone dell’ Umbria (Colli del Trasimeno, dei Colli Orvietani, Colli Amerini, dei Colli di Assisi e di Spoleto e dei DOP Colli Martani) ed i prodotti agroalimentari di qualità.

Tante le iniziative che valorizzeranno l’ Olio Extravergine di Oliva e che accenderanno l’ attenzione sui borghi medievali ad alta vocazione olivicola con un calendario di attività dedicate a degustazioni e non solo. Sono infatti in programma visite guidate gratuite alle città aderenti, concerti e Giochi tradizionali nelle piazze per Bambini, scuole di cucina, partecipazione alla raccolta delle olive e poi ancora fattorie didattiche, trekking tra gli ulivi, concerti di musica popolare, serate di degus-tango in luoghi speciali (degustazione di olio, vino ed eccezionali prodotti dell’ Umbria a suon di Tango), servizio di navette gratuite per i frantoi e la tradizionale rievocazione della Frasca e bonfinita.

Ma Frantoi Aperti è anche sinonimo di apertura di luoghi speciali: durante l’intera manifestazione si propongono percorsi tematici legati alla gastronomia, agli ulivi secolari, ai Teatri, ai castelli medievali, alle chiesette romaniche, palazzi. Questa sarà la meta ricercata per vivere un week end d’autunno assolutamente unico e incentrato sulle antiche tradizioni contadine, sulla identità dell’ Umbria: non mancheranno i fuochi dei focolari di campagna a riscaldare l’ambiente ed il suono dello scricchiolio del pane caldo e fragrante, pronto ad accogliere la prima spremitura di olio appena franto. E per soggiornare proponiamo un vero e proprio circuito selezionato di strutture ricettive rurali di qualità della Strada dell’Olio “Le Dimore dell’Umbria Dop” che durante il periodo di Frantoi Aperti, offrono ai visitatori un omaggio di Olio Dop appena franto.

.

 

 
   
  .
   
SOCIETA' AGRICOLA TREVI - IL FRANTOIO
   
   
   
 
   
 
 
Tel. 0523.651181 - E-mail: info@lefiereinitalia.it